Mappa del sito   Mail-lists   
Recensioni Eventi
16 - Ott - 2019
Ricerca
     
 

F O R M A Z I O N E

Corsi Formazione Anno 2007

TECNOLOGIE AVANZATE PER IL TRATTAMENTO TERMICO DEGLI ACCIAI PER STAMPI
Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Padova - Via Marzolo 9 - Padova.

18 Aprile 2007

Le leghe impiegate per la costruzione di stampi ed utensili presentano una combinazione di caratteristiche uniche nel loro genere. Uniche sono anche le prestazioni che tali materiali sono in grado di fornire. I moderni acciai per stampi ed utensili costituiscono una serie di leghe ad elevato contenuto tecnologico ed innovativo, che hanno dimostrato di sapersi continuamente rinnovare rendendo possibile un notevole progresso tecnologico nei processi di formatura della maggior parte dei materiali. Senza presunzione sono da ritenersi materiali avanzati, che a differenza di altri, sono in grado di garantire elevati volumi di produzione e possono far fronte a sempre nuove applicazioni. Ad esempio, gli sviluppi e le applicazioni di lamiere sottili, leghe leggere, prodotti sinterizzati, compositi, materie plastiche sono stati possibili grazie ad idonei acciai per stampi ed utensili. Per ogni applicazione la corretta scelta dell’acciaio e dei relativi trattamenti risulta fondamentale per la durata e per le prestazioni delle attrezzature, pertanto è evidente l’importanza strategica della scelta. Il successo tecnico ed economico delle diverse operazioni di formatura è strettamente legato agli aspetti stampi ed utensili, superfluo ribadire che un loro corretto impiego richiede una preventiva ed approfondita loro conoscenza. La giornata di studio si rivolge a tecnici progettisti, produttori ed utilizzatori di stampi ed utensili, dal caldo, al freddo, alle materie plastiche, fino alle applicazioni speciali, ed ha lo scopo di presentare le caratteristiche tecniche e di impiego delle principali leghe impiegabili nei differenti settori. Soprattutto la giornata mira a fornire le indicazioni per una progettazione ottimale delle attrezzature, seguita da una corretta lavorazione delle leghe scelte e dalla ottimale esecuzione di idonei trattamenti termici e rivestimenti. La presentazione di casi applicativi e di testimonianze industriali su impiego e resa di utensili e stampi contribuisce ad ulteriori interesse alla giornata ed a fornire spunti per di discussione e confronto fra tecnici e qualificati esperti.

Organizzato dal: Organizzato dall'Associazione Italiana di Metallurgia.

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/490eceea22c6d2e999a9fbddb9ade98e/Tecnologie_avanzate_TT.pdf

METALLURGIA FUORI FORNO
Corso "itinerante"

4-10-11-17-18 maggio 2007

Secondo una tradizione ormai consolidata la nuova edizione del Corso di Metallurgia Fuori Forno per gli operatori del settore siderurgico è strutturato per fornire una formazione moderna ed aggiornata delle tecniche di affinazione dell’acciaio. Per raggiungere questo obiettivo il corso abbraccia sia la trattazione teorica dei problemi concernenti la metallurgia di base che le problematiche di gestione dei processi produttivi e degli impianti. L’esposizione di tali tematiche non verrà lasciata su un piano puramente teorico ma troverà riscontro concreto nelle visite tecniche organizzate presso diversi impianti siderurgici, che verranno presentati con il supporto di quei tecnici che quotidianamente sono impegnati nell’attività produttiva. Dato l’ampio spettro delle tematiche e delle tipologie di impianto che è necessario presentare, il corso sarà itinerante e si articolerà su un arco di tre settimane. Tale impostazione garantirà ai partecipanti il rapido apprendimento di quelle competenze che sono necessarie per orientarsi all’interno della moderna produzione siderurgica e saper riadattare e modificare i processi e gli impianti a seconda delle richieste di mercato e dei vincoli tecnologici ed ambientali. Questo disegno vuole rispondere alle sollecitazioni imposte da un contesto internazionale in cui la competitività non si misura solo con la riduzione dei costi, ma con la realizzazione di prodotti di elevata qualità. 

Organizzato dal: Organizzato dal Centro di Studio Acciaieria della Associazione Italiana di Metallurgia.

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/67d838ec95aea29ba4a192944e159571/Itinerante_fuori_forno.pdf

Corso di Aggiornamento TRATTAMENTI TERMICI
Sede AIM (Centro congressi FAST) Piazzale R.Morandi,2 Milano

3-4-10-11-17-18-23-24 ottobre 2007

Dopo 5 mesi dal 21° Convegno Nazionale sui Trattamenti Termici tenuto a Salsomaggiore che ha riscosso il solito e gradito successo soprattutto d’interessati, il Centro Trattamenti Termici e Metallografia ha organizzato questo corso rivolto a diplomati tecnici e giovani laureati che già si interessano o prevedono di lavorare in questo settore che mantiene una grande importanza dal punto di vista economico e grande interesse dal punto di vista tecnico.
Il corso prevede lezioni di tipo teorico di base dando ampio spazio anche agli aspetti pratici con riferimento sia agli impianti sia alle tecniche di esecuzione e soprattutto alle applicazioni. Allo scopo i docenti sono sia di origine universitaria che tecnici esperti operativi in aziende dove i trattamenti termici sono eseguiti.
materiali ferrosi saranno maggiormente oggetto delle lezioni, come d’altronde avviene in pratica, ma sono previste lezioni anche sui materiali non ferrosi (Al, Mg, Cu e Ti).
Sono state previste lezioni anche sulle attrezzature e prodotti di consumo a causa della loro rilevanza economica e anche tecnica (vedi fluidi di tempra) che hanno dell’industria dei trattamenti termici. L’attestato di partecipazione rilasciato dall’AIM a fine corso rientra tra la documentazione da presentare per la domanda di certificazione come esperto di 2° livello in Trattamenti Termici.

Organizzato dal: Centro di Studio Trattamenti Termici e Metallografia della Associazione Italiana di Metallurgia

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/67d838ec95aea29ba4a192944e159571/Corso_TT.pdf

Corsi Formazione Anno 2006

METALLURGIA PER NON METALLURGISTI
Milano - Centro Congressi FAST

1°Modulo: 22-23 Febbraio e 1-2-8-9 Marzo 2006

2°Modulo: 20-21-27-28 Settembre e 4-5- Ottobre 2006

Dopo il successo della prima e della seconda edizione, l’Associazione Italiana di Metallurgia organizza la terza edizione del corso modulare rivolto a tutto quell’universo di persone che deve convivere quotidianamente con i materiali metallici e sovente non ha potuto ricevere in tempo opportuno le basi metallurgiche necessarie. Anche la terza edizione è articolata in due moduli, uno più propedeutico, l’altro più applicativo

Il 1° modulo, dedicato alla conoscenza delle caratteristiche dei materiali metallici, ai processi produttivi e ai principali modi di lavorarli, si articolerà in trenta lezioni suddivise in sei giornate full-immersion. Ciascuna lezione sarà seguita da un dibattito al quale potrà intervenire ciascun partecipante così da permettergli un continuo confronto tra le proprie esperienze, quelle degli altri partecipanti e in particolare dei docenti.
Il corso è dedicato a persone non coinvolte in attività che richiedono una preparazione avanzata nei vari settori metallurgici, ma alle quali è suffi ciente la conoscenza, l’interpretazione e la spiegazione della metallurgia  nei più svariati settori tecnologici, applicativi, selettivi, ispettivi e di collaudo.

Il 2° modulo, articolato in trenta lezioni, sarà dedicato alla conoscenza delle principali famiglie di leghe metalliche e delle relative proprietà, ai criteri di selezione e di progettazione in funzione degli impieghi. Le lezioni si susseguiranno tra loro in modo da fornire al partecipante una conoscenza panoramica a trecentosessanta gradi del settore.

Organizzato dal: Centro di Studio Trattamenti Termici e Metallografia della Associazione Italiana di Metallurgia

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/corsi/20051229_43b3ed0558b47Metallurgia_non_metallurgisti.pdf

METALLOGRAFIA APPLICATA AGLI ACCICI E ALLE GHISE
Aula Magna Università di Padova - Facoltà di Ingegneria

8-9-15-16 marzo 2006

Il corso è stato ristretto ai materiali ferrosi con riferimento alle varie famiglie di acciai e ghise e ai diversi trattamenti termici massivi e superfi ciali. Esso sarà "teorico qanto basta" e la "pratica", non potendola esplicare realmente per ovvie necessità di tempo, sarà rappresentata soprattutto con una maggiore quantità e varietà di micrografi e idonee a rappresentare le microstrutture corrispondenti alle condizioni "normali" dei materiali e relativi processi.

Verranno inoltre proposte e illustrate condizioni microstrutturali anomale che hanno prodotto lo scarto dei materiali o anomalie in esercizio (rotture, usura, corrosione, ecc…), interpretabili soprattutto con l’esame metallografico. L’università di Padova, a cui va la riconoscenza del Centro di Studio Trattamenti Termici e Metallografi a, accoglierà, anche con le sue strutture e docenti, questo nuovo sforzo dell’AIM nella sua funzione di divulgazione della scienza e della tecnica metallurgica sul territorio nazionale.

Organizzato dal: Centro di Studio Trattamenti Termici e Metallografia della Associazione Italiana di Metallurgia

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/corsi/20051229_43b3ea3d69cbfAcciai_Ghise.pdf

TRATTAMENTI E RIVESTIMENTI ANTIUSURA PER COMPONENTI IN LEGA LEGGERA
Laboratorio Sup&rman Via Campi 213/a Modena

4 maggio 2006

L'industria meccanica è attraversata attualmente da istanze tra loro contrastanti: l’incremento delle prestazioni (più velocità), la riduzione dei consumi (più efficienza) e la sostenibilità del ciclo produttivo (più consapevolezza).

Le leghe leggere presentano caratteristiche di assoluta rilevanza in questo contesto, e ciò giustifica il crescente ricorso a questo tipo di materiali per realizzare prodotti e sistemi allineati con le esigenze di mercato sopra ricordate. Un limite che per anni ne ha fermato l’impiego riguarda tuttavia il modesto comportamento tribologico (Alto coefficiente di attrito, e bassa resistenza ad usura), tipico di questi materiali. È evidente che quando si ricercano prestazioni più elevate e consumi ridotti, basso attrito ed elevata resistenza a usura sono essenziali, e ciò non è nelle proprietà delle leghe di alluminio, magnesio e titanio, allo stato tal quale. L’industria dell’ingegneria delle superfici ha saputo cogliere questa sfida, sviluppando un variegato set di opzioni, ciascuna con pregi e limitazioni applicative, di cui è essenziale conoscere le potenzialità per potere compiere scelte corrette e consapevoli, al fine di ottenere i benefici attesi sul comportamento del prodotto. La giornata si presenta quindi come momento di confronto tra specialisti dell’ingegneria delle superfici su componenti in lega leggera, con lo scopo di fornire la conoscenza dei processi e la loro efficace utilizzazione per un’industria meccanica che vuole competere sui mercati globali, attraverso l’innovazione dei prodotti e dei cicli di fabbricazione. 

Organizzato dal: Centro di Studio Trattamenti Termici e Metallografia della Associazione Italiana di Metallurgia

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/giornate+di+studio/20060227_4402cd0d5d4d6Trattementi_rivestimenti_antiusura.pdf

MATERIALI PER L'IMPIEGO DELL'IDROGENO NELLA PRODUZIONE DI ENERGIA
Sede AIM (Centro congressi FAST) Piazzale R.Morandi,2 Milano

16 maggio 2006

La ricerca di fonti e tecnologie alternative per la produzione di energia è una delle sfide per i prossimi decenni. Il loro corretto utilizzo è fattore essenziale per una adeguata sostenibilità ambientale. L’idrogeno come vettore energetico nelle celle a combustibile rappresenta una valida prospettiva. L’Unione Europea ha individuato questa via come una delle più promettenti soluzioni fi ssando obiettivi di sviluppo che dovrebbero portare le pile a combustibile in una posizione dominante nel mercato entro i prossimi 10-15 anni.

Questa giornata di studio è organizzata dal Comitato Materiali per l’Energia con il contributo del Comitato per la Metallurgia Fisica ed ha lo scopo di promuovere la cultura dell’idrogeno attraverso la divulgazione dello stato dell’arte sui materiali per le pile a combustibile. Gli oratori, provenienti dal mondo accademico e industriale, resenteranno lo stato attuale della ricerca, le problematiche industriali e le prospettive future. La giornata è rivolta sia a coloro che già operino nel settore o abbiano interessi nei campi della produzione, dell’immagazzinamento e dell’utilizzo dell’idrogeno sia a coloro che abbiano interesse nell’informarsi o approfondire le proprie conoscenze sulle tematiche proposte dalla giornata di studio. Al termine di ogni relazione è riservato del tempo per domande ed interventi dei partecipanti sugli argomenti trattati dalla memoria.

Organizzato dal: Centro di Studio Materiali per l'Energia e Metallurgia Fisica e Scienza dei Materiali.

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/giornate+di+studio/20060404_443223ea9a4acMateriali_impiego_idrogeno.pdf

METALLOGRAFIA
Sede AIM (Centro congressi FAST) Piazzale R.Morandi,2 Milano

26-27 Settembre, 3-4-10-11-17-18 Ottobre 2006

L'importanza della funzione del metallografo, il tecnico delle microstrutture, è da sempre ben nota ma la possibilità di attribuire a tale persona una professionalità certificata, e quindi valutata su base oggettiva, è da ritenersi positiva anche nei riguardi di chi usufruisce dei suoi servizi. I criteri di gestione per la qualità adottati sempre di più dalle aziende metalmeccaniche e siderurgiche prevedono che le apparecchiature e gli strumenti di prova e misura siano affidabili, precisi e riferibili: ciò ha quindi imposto che tali dotazioni siano certificate da enti esterni appositamente preposti (es. i centri accreditati da SIT).
Analogamente, la correttezza degli esiti degli esami microstrutturali è affidata alla competenza e alla professionalità del metallografo,e quindi è proprio il caso di considerare la suddetta certificazione un elemento importante per attestare la qualità dei rilievi eseguiti al mercato, e per aumentare la fiducia fra le parti.
Per adeguarsi alle regole definite dal CICPND, il corso di Metallografia presentato dalla AIM ha subito alcuni ritocchi, ma resta ancorato a una struttura basata su lezioni di autorevoli esponenti del mondo accademico e di quello dell’industria, certificati al livello 3° CICPND, molto apprezzata dai partecipanti per il contributo dato alla loro crescita professionale in questo ambito della metallurgia.
Il corso non prevede lezioni pratiche, che molto spesso sono già bagaglio di molti partecipanti, ma offre una presentazione didatticamente efficace degli argomenti di base della metallurgia, abbinati agli aspetti tipicamente concreti della metallografia, in riferimento alle tecniche di prelievo, preparazione, osservazione dei campioni, e ai casi affrontati nella realtà industriale. Essendo il corso propedeutico all’esame pratico richiesto dal CICPND, da sostenere in uno dei centri autorizzati, l’attestato di partecipazione rilasciato dall’AIM a fine corso rientra tra la documentazione da presentare per la domanda di certifi cazione come esperto di 2° livello in metallografia.

Organizzato dal: Centro di Studio Trattamenti Termici e Metallografia.

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/corsi/20060719_44be0eca4f644Metallografia.pdf

RIVESTIMENTI
Sede AIM (Centro congressi FAST) Piazzale R.Morandi,2 Milano

24 Ottobre, 7-8 Novembre, 14-15 Novembre, 28-29 Novembre 2006

In un mondo tutto teso all’ottimizzazione dei prodotti e alla minimizzazione dell’impiego di risorse e dell’impatto ambientale, l’ingegneria delle superfici assume un’importanza sempre maggiore, perché consente di migliorare le prestazioni modificando nel modo più opportuno la sola superficie del componente. In questo quadro l’Associazione Italiana di Metallurgia organizza per la prima volta un corso sui RIVESTIMENTI. La struttura del corso è organizzata in modo da offrire l’opportunità di acquisire conoscenze di base sui processi tecnologici di produzione dei vari tipi di rivestimento, insieme ad una panoramica sulle tecniche di caratterizzazione e ad una serie di specifici approfondimenti relativi a singoli settori industriali.
Il corso comprende 50 ore di lezione, articolate su 7 giornate complessive, così organizzate:
 - una prima giornata introduttiva, nella quale vengono descritti i processi di deposizione dei vari tipi di rivestimento e si trattano le varie tecniche di caratterizzazione, mostrandone i risultati tipici
 - tre moduli indipendenti di due giornate consecutive ciascuno, rispettivamente su:
    1 - i rivestimenti metallurgici in soluzione acquosa
    2 - i rivestimenti sottili
    3 - i rivestimenti spessi
In ciascun modulo verranno approfondite le tecnologie di deposizione e  i  prodotti tipici dei principali settori d’impiego dei rivestimenti. I tre moduli prevedono un’alternanza di docenti di estrazione accademica, di specialisti provenienti da centri di ricerca e di esperti del mondo industriale.
Il Corso è rivolto ai tecnici Junior e senior dell’industria ma anche a giovani laureati e dottorandi (ad esempio in ingegneria, fisica e scienza dei materiali) che vogliano arricchire le loro conoscenze in questo campo.
Per testimoniare la ricchezza di varietà di approccio nell’applicazione delle tecnologie di rivestimento, verrà incoraggiato il dibattito tra i docenti e la platea, per consentire ai partecipanti di cogliere le potenzialità di cui può usufruire l’Industria grazie ad una migliore conoscenza dei principi di selezione e delle tecniche di ingegneria delle superfici.

Organizzato dal: Centro di Studio Rivestimenti dell'Associazione Italiana Metallurgia.

http://www.metallurgia-italiana.net/gestione/A_ROOT/corsi/20060713_44b609f895194Rivestimenti.pdf

 

Mailing List


Forum


Pubblicità


Registrati


La tua pubblicità



WTM - Web, Trattamenti e Materiali
Modena, Italy
E-mail: wtm@wtm.it
Sito ottimizzato per una risoluzione video 1024x768.